fbpx
Seleziona una pagina

Probabilmente conosci i semi di chia: sono quei piccoli granuli che aggiungono colore e consistenza al tuo frullato da pesca o alla tua colazione e aumenta la possibilità che la tua barretta crei un mucchio di briciole imbarazzante. C’è una buona ragione se sembra che siano entrati praticamente in ogni tipo di cibo: i semi di chia sono una potente fonte nutrizionale. Continuate a leggere per imparare esattamente cosa rende questi piccoli semi così particolari!

Non lasciatevi ingannare dalle loro dimensioni: questi semi sono un componente nutrizionale altamente concentrato. Secondo l’USDA, due cucchiai di semi di chia contengono meno di 140 calorie, ma vantano quasi cinque grammi di proteine ​​complete, il che significa che contengono tutti e nove gli amminoacidi essenziali che non possono essere prodotti dall’organismo. Per gli intolleranti al lattosio, i granuli possono compensare una parte della difficoltà nel consumare sufficiente calcio: una porzione contiene il 18% della quantità giornaliera raccomandata di questo minerale.

I semi sono anche una ricca fonte di fibre, offrendo quasi 11 grammi in una porzione. Poiché sono principalmente costituiti da fibre solubili, i semi si espandono e formano un gel quando vengono a contatto con l’acqua. Una volta digerito, questo gel aggiunge volume alle feci, contribuendo a mantenere regolari il transito intestinale, prevenire la stitichezza e farci sentire più sazi. La fibra solubile può anche aiutare la digestione lenta, prevenendo i picchi di zucchero nel sangue dopo aver mangiato un pasto. 

COME INSERIRLI NELLA DIETA?

I semi di chia sono usati come ingrediente funzionale – un alimento che contiene o aggiunge un componente con un effetto positivo sulla salute o elimina un componente con uno negativo in un piatto – quindi vengono spesso aggiunti ad alimenti non proprio “salutari”, come pasticcini e snack, per aumentare il loro valore nutrizionale. E dal momento che hanno un leggero sapore di nocciola e si ammorbidiscono quando sono in contatto con il liquido, possono passare inosservati nella maggior parte dei piatti, rendendoli altamente versatili. Usa i semi come addensante con uno scricchiolio nei frullati o nei dolci a base di farina di avena, aggiungili all’impasto dei dolci o ai tuoi cereali per una colazione piena di fibre. Per i vegani, una miscela di un cucchiaio di semi di chia e tre cucchiai di acqua può essere una sostituzione veloce dell’uovo.